09/03/2021 VENEZIA – La chiusura delle scuole nei distretti con maggiori casi di Coronavirus è un provvedimento necessario per contenere i contagi e garantire il ritorno delle lezioni in presenza al più presto. Così il consigliere regionale della Lega Nicola Finco. || Scuole chiuse dalla seconda media in su in Veneto Orientale.Il superamento di 250 casi di Covid-19 ogni 100 mila abitanti comporta il ritorno della didattica a distanza per molti studenti della parte est della Città Metropolitana di Venezia. Un provvedimento adottato anche in altri tre distretti del Veneto: Asolo, Terme Colli e Alta Padovana. E prossimamente anche a Belluno.«La gestione delle scuole è fondamentale, iniziamo a geolocalizzare determinate aree in modo da non creare zone rosse generalizzate ma focalizzate sui singoli territori – ha detto il consigliere regionale Nicola Finco – nessuno si diverte a chiudere le scuole, noi ci muoviamo sulla base delle valutazioni del Comitato Tecnico Scientifico per poter garantire al più presto il ritorno alle lezioni in presenza»In Veneto l’attenzione sull’evoluzione della pandemia nelle scuole era massima già dal 1 Febbraio dopo la riapertura delle lezioni in presenza al 50% alle superiori. – Intervistati NICOLA FINCO (CONSIGLIERE REGIONALE LEGA) (Servizio di Filippo Fois)


videoid(6unK2fSOJwE)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria