07/03/2021 PREGANZIOL – Visita pastorale per il vescovo Tomasi a Preganziol, dove ha lanciato un messaggio legando il lockdown di un anno fa alle nuove restrizioni di oggi. “Non abbiate paura. Dobbiamo continuare a essere comunità”, le sue parole. || “Non dobbiamo farci dominare dalla paura”. E’ un messaggio che va al di là dei colori e delle fasce quello che il vescovo di Treviso, Michele Tomasi, ha lanciato da San Trovaso di Preganziol, in visita pastorale nell’anniversario della morte di don Mario Bortoletto, missionario in Camerun. Parole inevitabilmente di speranza quelle di Tomasi, che lega il lockdown di ieri all’incertezza di oggi, come denominatore comune la solidarietà.Difficoltà che hanno investito la stessa Chiesa trevigiana, come se non bastasse la crisi delle vocazioni, anche il Covid ha colpito molti sacerdoti.Infine, la visita al Museo della Civiltà contadina a Sette Comuni, dove solidarietà e comunità si sono intrecciati alle memoria. – Intervistati MONS. MICHELE TOMASI (Vescovo di Treviso) (Servizio di Cristian Arboit)


videoid(-tKxWgpReDQ)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria