02/03/2021 BELLUNO – Prima uscita ufficiale della nuova numero uno dell’Ulss Dolomiti, Maria Grazia Carraro: || Piacevolmente sorpresa del parco tecnologico importante di cui dispone il San Martino, curiosa di conoscere la rete professionale della sua nuova azienda sanitaria che opera in quel territorio montano sinora frequentato da turista ma col quale da oggi inizia a fare i conti “con la politica dei piccoli passi per la promozione della salute”. A 5 giorni dall’incarico che la vede al vertice dell’Ulss 1 Dolomiti, Maria Grazia Carraro inizia a delineare il suo programma che guarda a una rete di servizi estesi a servizio del territorio. A partire dal ruolo strategico della telemedicina che spicca nel suo curriculum fra le competenze professionali.La conoscenza delle strutture del territorio è iniziata dal San Martino di Belluno: accompagnata dal direttore Raffaele Zanella, Maria Grazia Carraro ha visitato subito il pronto soccorso, la radiologia, la medicina nucleare. Nel pomeriggio il tour ha toccato l’ospedale di Feltre e nei prossimi giorni toccherà agli ospedali di Agordo e Pieve di Cadore. In eredità la dottoressa Carraro riceve dall’uscente Rasi Caldogno progettualità volte a rinnovare la sanità bellunese. Tra queste c’è il progetto di realizzazione della nuova base Hems per l’elicottero del Suem a Pieve di Cadore. L’impegno è di completare nei termini pianificati il progetto volto a raggiungere finalmente l’autorizzazione per il volo notturno. Certo, in questo momento l’emergenza resta la pandemia e il contrasto ad essa con la campagna vaccinale. – Intervistati MARIA GRAZIA CARRARO (DIRETTRICE GENERALE ULSS 1 DOLOMITI) (Servizio di Tiziana Bolognani)


videoid(ib5AuBrPy-8)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria