01/03/2021 VENEZIA – Stasera Venezia e Reggiana saranno di fronte a Sant’Elena per la 26 giornata del campionato di Serie B. Ma sfogliando nell’album dei ricordi c’è una partita, tra le due squadre, che è nella storia del club lagunare. || 22 settembre 1991: fu proprio la Reggiana a tenere a battesimo il ritorno allo stadio “Pierluigi Penzo” di Sant’Elena del Venezia Calcio, presieduto da Maurizio Zamparini, di nuovo in serie B dopo 23 anni di attesa. Era la stagione calcistica 1991-92, e così il glorioso stadio “Penzo”, costruito nel 1903 riapriva le porte al calcio che conta.Questa sera va in scena, con calcio d’inizio alle 21, la sfida numero 46 tra le due formazioni con le uniche due vittorie granata in laguna che risalgono all’inizio degli anni Novanta. La prima proprio quel giorno quando la Marchioro band si impone 3-1 con doppietta di Morello e chiosa finale di ZannoniQuesto gol di Morello passò alla storia e rovinò la festa al Venezia guidato da Alberto Zaccheroni, ma non riuscì a spegnere l’entusiasmo dei tifosi per il ritorno del grande calcio in laguna, Zaccheroni così commentava la crescita dei giovani.Memorabili anche le sfide con il Cosenza cui assisteva monsignor Ettore Fornezza.Quel giorno di settembre la Reggiana sbancò il Penzo con un super Fabrizio Ravanelli, tra i lagunari in campo c’era un giovanissimo Paolino Poggi, bomber di Sant’Elena oggi responsabile dell’area tecnica del club.Ai tifosi restò una medaglia regalata a tutti gli spettatori per celebrare il ritorno al “Penzo”.Gli stessi tifosi che oggi sognano per la partita un finale diverso. – Intervistati ALBERTO ZACCHERONI (ALLENATORE VENEZIA STAGIONE SPORTIVA ), MARCO DEL VECCHIO (EX ATTACCANTE VENEZIA CALCIO), MONSIGNOR ETTORE FORNEZZA (SACERDOTE PATRIARCATO DI VENEZIA) (Servizio di Lorenzo Mayer)


videoid(v-g1BQAz8qo)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria