23/02/2021 MESTRE – Ampia adesione dei teatri veneziani alla manifestazione “Facciamo luce sul teatro” a favore dei lavoratori dello spettacolo. L’iniziativa principale al Toniolo di Mestre dov’era presente l’attrice Vittoria Puccini, presidente dell’associazione che ha promosso la serata a livello nazionale. || La sala del Toniolo di Mestre deve ancora rimanere vuota come oramai a causa del Covid accade da tempo, ma questa volta l’evento è fuori: si chiama “Facciamo luce sul teatro”, un’iniziativa lanciata in tutta Italia da U.N.I.T.A., l’Unione Nazionale Interpreti Teatro e Audiovisivo, a un anno di distanza dal provvedimento governativo che tra le prime misure anti-contagio intimava la chiusura immediata dei teatri nelle principali regioni del Nord. Davanti al Toniolo c’è anche la presidente nazionale di UNITA, l’attrice Vittoria Puccini è impegnata nelle riprese di una fiction a Venezia e ha partecipato all’iniziativa a Mestre.Tra gli addetti ai lavori, oltretutto, è opinione piuttosto diffusa che con tutte le precauzioni anti-contagio messe in campo i teatri non fossero particolarmente pericolosi.Al di là dell’importanza che la cultura dovrebbe ricoprire in ogni società, c’è poi un risvolto occupazionale tutt’altro che secondario, anzi di proporzioni drammatiche.Ma non c’è solo il teatro, naturalmente. Le figure professionali impegnate nel mondo dello spettacolo sono tantissime e quasi tutte in forte sofferenza. In un lato della piazzetta del Toniolo ad esempio, alcuni lavoratori dei cinema comunali veneziani ricordano che ci sono anche loro. – Intervistati VITTORIA PUCCINI (ATTRICE E PRESIDENTE U.N.I.T.A.), GIANCARLO MARINELLI (DIRETTORE ARTISTICO ARTEVEN) (Servizio di Filippo Fois)


videoid(T9Mwf2luakg)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria