23/02/2021 ERACLEA – Il ragazzo che sabato pomeriggio ha investito e ucciso un uomo a Eraclea aveva un tasso alcolicosuperiore di ben tre volteal limite. La procura vuole fare piena luce sulla vicenda. || Il 24enne di Caorle accusato di aver investito e ucciso, sabato pomeriggio a Eraclea, il 57enne Mauro Meneghel, residente con la famiglia a Caorle, aveva un tasso alcolico nel sangue oltre 3 volte superiori al limite consentito. Si è svolta l’udienza di convalida e il pm che coordina le indagini ha imposto gli arresti domiciliari al 24enne, con precedenti penali a carico, accusato di omicidio stradale aggravato dall’abuso di alcool. Rischia da 8 a 12 anni di reclusione. Attualmente la Procura non ha contestato al giovane il reato di fuga dal luogo dell’incidente perchè dopo essersi inizialmente allontanato, è ritornato sul posto recandosi dai carabinieri che nel frattempo erano arrivati e confessando di essere il responsabile. I familiari sconvolti dal dolore si sono rivolti allo studio legale 3 per far luce sulla vicenda. Per questo la procura ha disposto l’autopsia e una perizia cinematica per chiarire dinamica, cause e responsabilità.Il signor Meneghel quel sabato si era recato a trovare il padre, come faceva tutti i giorni. Ma a casa non è più tornato. Lascia la moglie e una figlia. (Servizio di Ilaria Marchiori)


videoid(ctyMw7SUQ_U)finevideoid-categoria(a3veneto)finecategoria