22/02/2021 BELLUNO – A settembre i sindaci saranno chiamati ad eleggere il nuovo presidente della Provincia. L’uscente, Roberto Padrin, è favorito nella corsa per la guida di Palazzo Piloni. Ma – come abbiamo già detto in questi giorni – il centro destra scalpita e contesta il sistema elettorale. || A parole nessuno vuol far fuori l’uscente, Roberto Padrin, nei fatti però il lavorio per arrivare al prossimo appuntamento elettorale con un candidato d’area opposta è già iniziato e i movimenti sono palesi. Non ci sarà tempo per mettere mano alla Legge Delrio che riformando gli enti locali ha reso le province enti di secondo livello. Ad eleggere il consiglio provinciale e il presidente non sono più i cittadini ma i sindaci e il loro voto non ha lo stesso peso specifico.Cosa accadrà il prossimo settembre è ancora presto per dirlo e i pronostici si sprecano. L’avversaria più accreditata – salvo accordi dell’ultima ora – dovrebbe esssere Marianna Hofer, sindaco di Valle di Cadore ed espressione del Carroccio. Le scommesse sono aperte, le indicazioni pure. – Intervistati FRANCO ROCCON (CIVILTA’ BELLUNESE-LIGA VENETA) (Servizio di Tiziana Bolognani)


videoid(WnDytDjB72A)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria