22/02/2021 PORTO VIRO – Tragedia nel pomeriggio a Porto Viro: 29 enne colpisce il padre a martellate durante di una lite. L’uomo muore poco dopo il ricovero in ospedale || Colpi alla testa e al corpo, la furia armata da un martello, la lite violenta terminata nel peggiore dei modi. Finchè, con il padre esanime a terra, ha chiamato lui stesso i Carabinieri, cercando forse di rimediare a una tragedia che già si era compiuta. L’orrore va in scena in una bifamiliare di via Siviero a Contarina, frazione di Porto Viro. Nella casa in fondo al viale vivono Giovanni Finotello, 57 anni, i due figli e i nonni. Una famiglia apparentemente tranquilla. Uno dei ragazzi, 30 anni, fa l’operatore sociosanitario. E’ con lui che scatta la lite, per motivazioni ancora da chiarire da parte degli inquirentI. L’unica certezza è che poco dopo le 14, alle urla per il pesante confronto tra i due, segue la scena da film dell’orrore: il martello in mano al giovane si scaglia contro il padre. Testa, tronco, più volte. Altre urla agghiaccianti risuonano nella via. Il giovane evidentemente si rende conto di ciò che ha fatto, e chiama i Carabinieri : i militari della locale stazione accorrono assieme alla compagnia di Adria sul posto assieme ai sanitari, Giovanni è gravissimo ma ancora vivo. Una corsa disperata all’ospedale di Porto Viro, ma due ore dopo, il suo cuore smette di battere. E la violentissima aggressione si trasforma in un omicidio. Ancora una volta, una comunità si chiede perchè, a partire dal sindaco Maura Veronese, che conosce la famiglia Finotello e si dice totalmente scioccata da una vicenda con ancora tanti punti da chiarire (Servizio di Nicola Zanetti)


videoid(jsMATwyt4k0)finevideoid-categoria(a3veneto)finecategoria