21/02/2021 VEDELAGO – ”Voglio pensare ad un gesto estremo di protezione della mamma” così l’assessore di Vedelago Fabio Ceccato parlando del piccolo vivo per miracolo. || Miracolo e speranze sono le due parole che, come il sindaco Andretta, anche l’assessore Fabio Ceccato utilizza pensando alla tragedia sul ponte di Vidor di ieri sera. La speranza che il piccolo di un anno e mezzo, ora ricoverato al Cà Foncello, possa presto tornare a casa tra le braccia del suo papà, un miracolo o forse qualcos’altro ha protetto il bambino in quella caduta nel vuoto: “voglio pensare ad un gesto estremo di protezione della mamma” dice Ceccato che conosce bene questa coppia che qualche anno fa si era unita in matrimonio prima di vivere la gioia più grande, l’arrivo del loro piccolo. Nulla faceva presagire un epilogo così tragico che ha sconvolto tutti: “è sempre stata una famiglia molto solare, molto disponibile, delle belle e brave persone” racconta ancora l’assessore. Per ora il sindaco Andretta e Ceccato non hanno avuto modo di incontrare i familiari, chiusi nel loro dolore per la scomparsa di questa giovane mamma e nella preoccupazione per le condizioni di salute del piccolo – Intervistati FABIO CECCATO (Assessore allo Sport Comune di Vedelago) (Servizio di Francesca Bozza)


videoid(fn2_TglvIBo)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria