16/02/2021 TREVISO – Più che un appello, quasi un ultimatum, quello del sindaco di Treviso Conte ai ragazzini presunti autori dell’incendio di ieri in piazza Martiri di Belfiore. La polizia locale sta setacciando le telecamere. || Chiede un atto di responsabilità ai presunti colpevoli dell’incendio in piazza Martiri di Belfiore, il sindaco di Treviso, guardando a quella che – di fatto – è una tragedia sfiorata vista la posizione, l’orario e la dinamica. “Fatevi avanti, tanto vi troviamo”, dice Mario Conte.Testimonianze raccolte nelle vicinanze della palazzina delle ex poste parlano di due ragazzi, quasi sicuramente minorenni, visti uscire di tutta fretta dall’edificio disabitato mentre si sollevavano le fiamme.”Non è stata una bravata ma un atto pericoloso”, scandisce a chiare lettere il primo cittadino.Se la condanna è netta, serrate sono le indagini portate avanti dalla Squadra Mobile. Un fascicolo è stato aperto per incendio doloso e danneggiamento. Un aiuto concreto potrebbe arrivare dal sistema di videosorveglianza cittadino della polizia locale. “Stiamo setacciando le immagini”, rivela Conte.Il messaggio è chiaro, meglio farsi avanti, prima che le telecamere parlino. – Intervistati MARIO CONTE (Sindaco di Treviso) (Servizio di Cristian Arboit)


videoid(QeKdvgQt3ug)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria