15/02/2021 PADOVA – E’ iniziata la vaccinazione di massa della popolazione. In fiera a Padova sono oltre 600 gli ottantenni che hanno ricevuto la prima dose del vaccino Pfizer || Felici di essere tra primi, per nulla spaventati. Eccoli gli 80enni padovani classe 1941 che questa mattina hanno dato il via alla campagna vaccinale di massa contro il covid. Puntuale alle 8 il Padiglione 6 della Fiera ha aperto i battenti. Misurazione della febbre e igenizzazione delle mani, tutti con i moduli già compilati, guidati dai volontari della croce rossa gli anziani fanno ingresso negli ambulatori. Quasi 1200 le persone vaccinate nella prima giornata nei tre centri aperti dell’ulss 6 euganea. 610 a Padova, 480 a Cittadella, 108 a Monselice. Domani sarà la volta delle sedi vaccinali di Este e Loreggia, mercoledì Piove di Sacco.Dopo la somministrazione della dose, 15 minuti nello spazio dedicato al monitoraggio, in mano la convocazione per il richiamo. Tutto procede regolare senza intoppi.Al lavoro medici, infermieri e anche le squadre di neolaureati inviati dal commissario Arcuri, tra di loro c’è Riccardo 25 anni, laurea in medicia ad ottobre, alla prima prova sul campo.Il centro vaccinale di Padova ha le potenzialità di una ferrari – dicono dall’ulss – servono solo le dosi di vaccini per andare a regime e mettere in funzione tutti e 16 gli ambulatori. Nessuna dose andrà sprecata e chi non si presenta all’appuntamento verrà sostituito dalle categorie in lista per essere vaccinate. – Intervistati DOMENICO SCIBETTA (Direttore Generale Ulss 6 Euganea) (Servizio di Valentina Visentin)


videoid(n7V_pmBqh4Y)finevideoid-categoria(a3veneto)finecategoria