13/02/2021 SAN MICHELE AL TAGLIAMENTO – I sindaci della costa veneta scrivono a Draghi e Mattarella per chiedere un aiuto nel rilancio del turismo duramente colpito dalla pandemia. || Sono profonde le ferite che un anno di Coronavirus ha lasciato sulla costa veneta. Sia dal punto di vista economico che sociale.Nonostante tanti passi avanti, sul punto in cui quest’estate si troverà la pandemia permane un pesante clima d’incertezza a livello nazionale ed a livello europeo. Alla prima riunione 2021 della “Conferenza dei Sindaci del Litorale Veneto”, che comprende i 10 Comuni che dal Tagliamento al Po sono bagnati dall’Adriatico, tutti sono d’accordo che bisogna dare continuità agli investimenti di promozione turistica in vista della prossima estate che benché meno complicata dell’anno scorso, non sarà certo semplice.Collegato in videoconferenza con i sindaci, l’assessore regionale al Bilancio Francesco Calzavara, ha confermato il sostegno della Regione alle iniziative che aiuteranno la ripresa del turismo sulla costa.Ma per lasciarsi alle spalle la crisi di questo periodo c’è anche bisogno di un intervento di carattere nazionale. – Intervistati ROBERTA NESTO (SINDACO DI CAVALLINO TREPORTI), PASQUALINO CODOGNOTTO (PRESIDENTE CONFERENZA SINDACI DEL LITORALE VENETO) (Servizio di Filippo Fois)


videoid(4j404czT7q0)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria