11/02/2021 CONEGLIANO – La questione degli spazi va di pari passo con quella degli atteggiamenti e della nuova vita nelle scuole, soprattutto quelle superiori. Un appello ai ragazzi arriva dai presidi. || “Lancio un appello ai ragazzi perchè facciano attenzione alla vita fuori dall’aula. Le scuole sono sicure”.Parole chiare quelle della preside del Cerletti, Maria Grazia Morgan, che sottolinea come il contagio avvenga – il più delle volte – fuori dalle aule, posizione ribadita anche dal collega del vicino Istituto Galilei, Salvatore Amato.Le scuole – questo il senso – sono ormai tra i luoghi più sicuri. Basta guardare ai banchi distanziati, alle mascherine in classe, ai gel igienizzanti negli spazi comuni.Al Galileo l’Istituto è stato suddiviso, per esempio, in dieci zone indipendenti. “Ogni gruppo ha un suo ingresso e un suo spazio per la ricreazione”, spiega il preside. – Intervistati MARIAGRAZIA MORGAN (Dirigente scolastico IS Cerletti – Conegliano), SALVATORE AMATO (Dirigente scolastico Is Galilei-Pittoni ) (Servizio di Cristian Arboit)


videoid(YhahE9P5QXQ)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria