06/02/2021 JESOLO – Tra le attività colpite dalla crisi legata alla pandemia anche i parchi zoologici come il Tropicarium di Jesolo. Qui la responsabile e i suoi collaboratori hanno continuato a lavorare nonostante la chiusura mettendo soldi propri per la sopravvivenza degli animali ospitati || “Ci siamo sentiti un pò abbandonati da tutti” lo sfogo di Monica Montellato titolare del Tropicarium Park di Jesolo da mesi fermo a causa della pandemia. Ma l’attività all’interno del parco zoologico non si è mai fermata per garantire la sopravvivenza degli animali ospitati nella struttura: “sembra che quasi in tutti i decreti, continua Montellato, si siano dimenticati di questo mondo. Abbiamo messo I nostri soldi personali nell’attività per poter andare avanti”. Il Tropicarium Park come gli altri parchi zoologici sono riconosciuti dal Ministero dell’Ambiente per il ruolo che ricopre nella nella conservazione della biodiversità. All’interno del Tropicarium vengono condotti studi etologici, effettuati campionamenti biologici per fornire alla comunità scientifica più dati possibili. Al momento nonostante la zona gialla il parco zoologico di Jesolo rimane chiuso, impossibilitato durante la settimana ad ospitare come normalmente avveniva le scolaresche e alla stegua di mostre e musei chiuso anche nei week end. – Intervistati MONICA MONTELLATO (Titolare Tropicarium Park Jesolo), DIEGO CATTAROSSI (Direttore Scientifico Tropicarium Park Jesolo) (Servizio di Francesca Bozza)


videoid(U6c3PCKkLmg)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria