05/02/2021 TREVISO – Sorvegliate speciali le scuole superiori della Marca. Da ieri sono raddoppiate le classi in quarantena. Benazzi: ”Preoccupa maggiormente quando i ragazzi sono fuori dagli istituti”. || In 5 giorni sono salite a 6 le classi degli istituti superiori fra Treviso, Pieve di Soligo e Asolo, in quarantena. Attualmente sono circa 140 gli studenti trevigiani che sono dovuti rimanere nuovamente a casa. In totale invece per quanto riguarda le classi di ogni ordine grado sono 56 in quarantena. ‘’In classe ci sono comportamenti perfetti – spiega Francesco Benazzi, direttore dell’Ulss 2 Marca trevigiana, sono preoccupato degli assembramenti dopo la scuola, durante e prima di andare in classe o dopo.Anche se tiene a precisare Benazzi la rete che ha creato Mom sta davvero dando ottimi frutti. Steward che parlano con ragazzi alle fermate degli autobus e polizia locale che controlla le zone di maggiori ritrovo di giovani. Monitoriamo costantemente la situazione delle scuole, continua il direttore generale dell’Ulss2, in modo da arginare qualsiasi focolaio. Sul fronte vaccini si stanno ultimando le seconde dosi per gli anziani e operatori nelle Rsa, ora partiranno anche le somministrazioni per la classe 41. Per quanto riguarda invece gli Under 80 con patologie: ‘’ direi che queste persone saranno gestite con Moderna e Pfizer. Pfzier la gestiremo noi termina Benazzi, per Moderna, invece ci metteremo d’accordo con i medici di famiglia’’Fra le buone notizie il Cà Foncello è diventato covid free sul fronte operatori sanitari, così come Castelfranco. Qualche caso ancora a Montebelluna, ma presto si potrà tornare alla normalità. – Intervistati FRANCESCO BENAZZI (Direttore Gen. Ulss 2 Marca Trevigiana) (Servizio di Daniela Sitzia)


videoid(DKzQy6VdhBA)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria