02/02/2021 MESTRE – In poche ore sono già più di duemila le richieste di “buoni spesa” arrivate al Comune di Venezia da famiglie in crisi economica per il Covid.Le domande potranno essere presentate fino a mezzogiorno di martedì 9 Febbraio. || E’ partita la seconda fase di erogazione dei buoni spesa, da un minimo di 50 ad un massimo di 400 euro, a sostegno di persone e famiglie del Comune di Venezia in difficoltà economica a causa per l’emergenza Coronavirus. I buoni potranno essere spesi per acquistare beni di prima necessità nei negozi aderenti.La domanda deve essere presentata tramite il portale www.dime.comune.venezia.it fino a mezzogiorno di martedì 9 febbraio. Le domande,una sola per famiglia, saranno vagliate della Direzione Coesione sociale in ordine cronologico e accolte fino all’esaurimento delle risorse disponibili. A due ore dall’apertura delle domande si contano già duemila richieste.Per questa seconda fase sono stati stanziati a favore del Comune di Venezia 1.375.642 euro. Un milione andrà in buoni spesa (600mila euro assegnati tramite avviso pubblico e 400mila attraverso le Agenzie per la Coesione sociale). Il resto – come già accadde la scorsa primavera – sarà destinato alla distribuzione di kit alimentari e di beni di prima necessità attraverso la Protezione Civile e le realtà di volontariato. – Intervistati SIMONE VENTURINI (ASSESSORE COESIONE SOCIALE COMUNE DI VENEZIA) (Servizio di Filippo Fois)


videoid(4K0b44gS9wk)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria