ANTENNA TRE | Medianordest

VENEZIA | ACTV: SINDACATI SULLE BARRICATE CONTRO I TAGLI AGLI STIPENDI

01/02/2021 VENEZIA – A Venezia è alta la tensione per i possibili tagli agli stipendi del personale ACTV. I sindacati promettono battaglia e chiedono all’azienda il ritiro immediato del provvedimento. || “Non è assolutamente accettabile pensare che siano nuovamente i lavoratori a pagare il costo sociale ed il danno causato della crisi pandemica e delle politiche sbagliate del TPL”.I sindacati hanno dichiarato lo “stato di agitazione e non collaborazione”. La disdetta unilaterale, di tutti gli accordi integrativi di secondo livello ai lavoratori del gruppo AVM, ACTV, VELA, si tradurrebbe in un alleggerimento delle buste paga tra i 250 e i 350 euro lordi al mese per oltre 3.000 dipendenti. La richiesta è che attraverso la Prefettura si apra un confronto cui oltre all’Amministrazione Comunale partecipino Governo e Regione I sindacati sono per il ritiro immediato di un atto giudicato “offensivo per i lavoratori” e per quanto hanno dato in un anno difficile come il 2020. – Intervistati VALTER NOVEMBRINI (SEGRETARIO GENERALE FILT CGIL VENEZIA), MARINO DE TERLIZZI (SEGRETARIO FIT CISL VENETO) (Servizio di Filippo Fois)


videoid(EUHq80TXWGY)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria

Exit mobile version