21/01/2021 MIRA – A una settimana dall’operazione al piede, un 72enne di Mira si è spento sul letto dell’ospedale di Mirano. I familiari chiedono chiarezza. || Lo scorso 19 gennaio, un 72enne di Mira, è stato sottoposto a un intervento di routine al piede, perfettamente riuscito, per problemi legati al diabete: una settimana dopo gli infermieri l’hanno trovato senza vita nel suo letto d’ospedale, a Mirano. Non riuscendo a capacitarsi dell’accaduto, i familiari hanno presentato un esposto per fare luce sulla vicenda. Il 72enne soffriva di diabete mellito ma era in cura e regolarmente monitorato: aveva difficoltà circolatorie agli arti inferiori, ma non era ritenuto un soggetto a rischio. «Poco prima di Natale gli era uscita una pustola al quarto dito del piede. Visitato da uno specialista a Noale è stato inviato all’ospedale di Mirano per essere operato. Qualche giorno dopo l’intervento il 72enne aveva dolori allo stomaco e alle gambe. Tutte informazioni che i familiari apprendevano per telefono, visto che a causa non potevano fargli visita. Fino al giorno della morte. La moglie e i figli non ricevono risposte se non che si è trattato di arresto cardiaco. Di qui la richiesta alla Procura di Venezia di disporre tutti gli opportuni accertamenti. (Servizio di Ilaria Marchiori)


videoid(pyrTPG6C914)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria