21/01/2021 TORRI DI QUARTESOLO – Dopo il maltempo di dicembre i cittadini colpiti dalle esondazioni, nel vicentino, attendono gli indennizzi. Ma dal Governo pare che non ci sia la disponibilità delle risorse. || Piove sul bagnato. Dopo l’emergenza maltempo arriva una doccia gelata sui cittadini che hanno subito danni da calamità naturali negli ultimi due anni. A quanto pare, infatti, il Governo non avrebbe le risorse disponibili per ristorare le vittime. Anche Vicenza, Longare e Torri di Quartesolo sono interessati alla partita degli indennizzi. I cittadini delle zone colpite a dicembre dall’esondazione della Roggia Caveggiara su cui si era riversato il fiume Tesina hanno ancora le case coi segni dell’acqua e del fango. Auto rovinate, scantinati e garage completamente distrutti, danni per centinaia di migliaia di euro. – Intervistati GIANPAOLO BOTTACIN (Assessore Veneto alla Protezione Civile), DIEGO MARCHIORO (Sindaco di Torri di Quartesolo) (Servizio di Carlo Alberto Inghilleri)


videoid(ok3ZSgVRkxo)finevideoid-categoria(a3veneto)finecategoria