16/01/2021 TREVISO – Un Bar a Mignagola si reinventa per combattere la crisi di fatturato a causa delle chiusure del DPCM. La soluzione è il Drive In. || Con i bar chiusi e autorizzati solamente a lavorare con l’asporto, le attività e i clienti si sono trovati davanti a più di una difficoltà. Se il caffè o il panino non lo si può consumare in prossimità del locale per colpa del DCPM nel Bar HangOver di Mignagola la soluzione l’hanno trovata: si chiama Drive In. L’edificio ben si presta a questo servizio e i giovani titolari di questo bar hanno trovato un modo di stare al passo con i tempi. Dal caffé, ai panini, tutto arriva direttamente in auto.Nonostante l’iniziale scetticismo i clienti si sono ricreduti sull’efficacia del servizio.Con l’emergenza Covid e a colpi di Dpcm la possibilità di lavorare per le attività come i bar sono dunque cambiate repentinamente.Agire velocemente non si è rivelato solo un modo concreto per combattere il Coronavirus e il calo di fatturato ma anche di tutelare i posti di lavoro. – Intervistati Francesco Galletti (Socio Titolare Bar “HangOver”), Alessia Valente (Socio Titolare Bar “HangOver”), Gianluca Spina (Dipendente Bar “HangOver”) (Servizio di Nicola Marcato)


videoid(PfAs21UAg30)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria