MASERADA SUL PIAVE – A Maserada secondo giorno di screening di massa gratuito per la popolazione, quasi un migliaio i cittadini, anziani, giovani, anche famiglie intere, che si sono voluti sottoporre, magari per la prima volta, al tampone per rilevare il covid. || Maserada, piazzale del mercato, 11 del mattino della seconda giornata di screening anticovid di massa. Screening organizzato gratuitamente per i residenti del comune, che ieri si sono presentati in 400 e oggi, sul medesimo trend, si sono incolonnati pazientemente lungo la strada accanto al municipio e quindi nell’ampio spazio retrostante. Quasi un migliaio, nelle due giornate, i maseradesi che hanno deciso di sottoporsi al test. L’Onlus Croce Azzurra ha offerto i tamponi e allestito la postazione drive-in, protezione civile e associazione carabinieri, insieme ai volontari della consulta giovanile, hanno gestito il flusso di auto e risposto ai dubbi dei cittadini. Anziani, ma anche giovani e intere famiglie. Chi è qui lo fa dunque per la sicurezza propria e di chi gli è vicino, molti si sottopongono al tampone per la prima volta. «Il periodo è quello giusto – commenta il sindaco Lamberto Marini – per intercettare eventuali positivi così da evitare il rientro al lavoro e a scuola. Una “pillola” di tranquillità per far stare più serena la popolazione». – Intervistati LAMBERTO MARINI (Sindaco di Maserada), GIORGIO BREDARIOL (Presidente Croce Azzurra Onlus), ILARIA MARTINELLI (Medico) (Servizio di Lina Paronetto)


videoid(ZDHmWWLM1PE)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria