SAN BIAGIO DI CALLALTA – Un premio speciale consegnato dall’Associazione Veneti Schiacciati dalla crisi a Fulvio Marotto, ex meccanico diventato disabile a causa di una malattia che ha investito la sua vita nella fabbricazione di protesi innovative ed è diventato anche un campione nello sport. || Quinto premio dell’Associazione Veneti Schiacciati dalla crisi consegnato stamattina nel corso della puntata di Sveglia Veneti condotta da Mirella Tuzzato a Fulvio Marotto, campione di vita, meccanico che all’età di 33 anni a causa di un virus perde entrambe le gambe e in parte gli arti superiori, ma non rinuncia a lottare per cercare una normalità nella vita, nello sport, nella quotidianità. Un premio consegnato virtualmente in diretta dall’ex campione di tennis Adriano Panatta. Commozione e gratitudine ma anche un messagigo di rinascita, perchè nella vita i traguardi sono tanti e diversi. Fulvio scopre la malattia dopo un’infulenza, settimane di rianimazione, un anno di ospedale, e poi la spinta in avanti quando Marotto inizia a progettare delle protesi innovative per se stesso e per gli altri. Il premio, uno specchio realizzato dai meastri Vetrai di Murano e un assegno per il valore di 5000 euro per aiutralo a realizzare protesi per altre persone disabili, bambini le cui famiglie spesso non hanno i soldi per sostenere questa spesa. (Servizio di Anna De Roberto)


videoid(RaoHIjjS5R8)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria